imagealt

Accoglienza Turistica

Lo studente possiede una preparazione professionale flessibile e polivalente. È capace di accogliere i clienti e di assisterli durante il soggiorno. Si esprime con correttezza ed è in grado di adeguarsi alle situazioni. Ha conoscenze delle lingue straniere e della terminologia di settore. È in grado di usare gli strumenti informatici ed i software tipici delle strutture ricettive. Sa svolgere mansioni specifiche di ricevimento, portineria, cassa e maincourante. Ha una valida cultura di base e conosce gli aspetti fondamentali della normativa sul turismo. Sa comunicare con correttezza e proprietà di linguaggio e stabilire rapporti adeguati all’interlocutore ed alle situazioni. Ha competenze nelle lingue straniere e nella lingua di settore. Buona è la conoscenza dei prodotti turistici, delle tecniche di vendita e dell’utilizzo degli strumenti informatici di settore. Inserimento lavorativo: strutture ricettive, agenzie di viaggio, uffici di accoglienza, informazione e supporto operativo, esercizio di professioni turistiche riconosciute dalla Regione (attività di accompagnatore e animatore turistico). 

 

Al termine del corso il tecnico…

  • Competenze:

    • Controllare e utilizzare gli alimenti e le bevande sotto il profilo organolettico, merceologico, chimico-fisico, nutrizionale e gastronomico.
    • Predisporre menu coerenti con il contesto e le esigenze della clientela, anche in relazione a specifiche necessità dietologiche.
    • Adeguare e organizzare la produzione e la vendita in relazione alla domanda dei mercati, valorizzando i prodotti tipici.
  • È in grado di:

    • svolgere attività operative e gestionali in relazione all’amministrazione, produzione, organizzazione, erogazione e vendita di prodotti e servizi turistici;
    • interpretare lo sviluppo delle filiere enogastronomiche per adeguare la produzione e la vendita in relazione alla richiesta dei mercati e della clientela, valorizzando i prodotti tipici
    • Sa agire nel sistema di qualità relativo alla filiera produttiva di interesse.
    • Utilizzare tecniche di lavorazione e strumenti gestionali nella produzione di servizi e prodotti enogastonomici, ristorativi e di accoglienza turistico-alberghiera
    • Integrare le competenze professionali orientate al cliente con quelle linguistiche, utilizzando le tecniche di comunicazione e relazione per ottimizzare la qualità del servizio e il coordinamento con i colleghi
    • Valorizzare e promuovere le tradizioni locali, nazionali e internazionali individuando le nuove tendenze di filiera
    • Applicare le normative vigenti, nazionali e internazionali, in fatto di sicurezza, trasparenza e tracciabilità dei prodotti
    • Attuare strategie di pianificazione, compensazione, monitoraggio per ottimizzare la produzione di beni e servizi in relazione al contesto
    • Possiede una buona base culturale, adeguato senso critico ed una visione organica della realtà produttiva e socio-economica;
    • sa comunicare e instaurare rapporti collaborativi, prende decisioni in modo autonomo e propone interventi
    • Conosce le lingue straniere e ha capacità di comunicare, esprimendosi correttamente e utilizzando un linguaggio settoriale adeguato alle diverse situazioni produttive
    • Si occupa delle attività produttive in diverse situazioni operative e in diverse tipologie di strutture della ristorazione commerciale e industriale
    • Possiede nozioni di tecnica operativa dei servizi di ristorazione tali da consentire la comprensione di tutti gli aspetti relativi alla gestione di tali servizi: da quelli giuridici a quelli economico-aziendali, da quelli alimentari, igienico-sanitari a quelli squisitamente tecnici
    • Ha competenze nel campo dell’approvvigionamento delle derrate, del controllo quantità-qualità-costi, della produzione e distribuzione dei pasti, degli allestimenti
  • Inserimento lavorativo:

    • in imprese di varia natura e dimensioni, appartenenti al settore della ristorazione commerciale tradizionale, intermedia o neoristorazione, con mansioni di line e media dirigenza.
    • fornire attività di conseilling nel settore della ristorazione collettiva e catering aziendale.
    • impresa autonoma o in qualità di dipendente

Pubblicata da LAMBERTO PERNICI