Orto Didattico ai tempi del COVID-19

Il 5 Marzo sono stati raccolti gli  ortaggi dell' "Orto Didattico Cavallotti".

L’attività era prevista per venerdì 6, durante la prima ora di lezione per mano di alunni ed insegnanti del Dipartimento di Sostegno e la successiva trasformazione del raccolto in prelibate ricette nel Laboratorio di Cucina durante la lezione del prof. Ascani, ma le sopraggiunte disposizioni in merito al Coronavirus, che hanno decretato la chiusura delle scuole, hanno boicottato l’attività.

Le nostre verdure però non potevano aspettare, si sarebbero indurite e sarebbe stato un peccato mandare all’aria tutto il lavoro fatto per l’allestimento del nostro orticello e i suoi frutti, il nostro orgoglio. Pertanto, senza perdersi d’animo, alcune insegnanti, una collaboratrice scolastica e un’assistente tecnica, hanno proceduto alla raccolta. Nei cesti hanno messo poche   preziose   palline   di   cavolfiore,   (pure   le   foglie,   che   abbiamo   scoperto   essere buonissime!), radicchietti rossi e bellissime foglie di spinaci! Poi il raccolto è stato diviso e ognuna ha fatto un’offerta pro Dipartimento di Sostegno.

Caro COVID-19, come abbiamo visto fare in alcuni ospedali in Iran e in Cina, dove il personale si è ricavato dei momenti per fare una danza alla vita, seppur bardati come   astronauti,  anche   noi   qui, nella  nostra  scuola di Città di Castello, microscopico puntino del globo terrestre, con la raccolta delle verdure abbiamo voluto manifestare la gioia di vivere e la vita che va avanti, nonostante tutto. 

 

Pubblicata il 07 marzo 2020

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più consulta l’informativa estesa sui cookie. Proseguendo la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie.